Login

Eventi Associativi

There are currently no upcoming events.

Interpretazioni del vangelo

L'Arcivescovo di Palermo Pappalardo raccontava di aver assistito un giorno per strada alla scena seguente.

Uno dei suoi parroci viene fermato per strada da uno dei capi mafiosi del quartiere, che lo apostrofa duramente:

- Ma che cosa si è sognato di insegnare a mio figlio a catechismo? Che quando uno gli dà uno schiaffo gli porga anche l'altra guancia?

- Beh - risponde il prete sconcertato - c'è scritto nel Vangelo.

- Ah sì? E allora prenda questa - e gli allunga una sventola. - E anche questa - e gliene rifila un'altra dall'altra parte.

Il prete, però, dopo un attimo di esitazione, si riprende e gli rende i ceffoni, dicendogli:

- Sta anche scritto: «Nella misura in cui avrete misurato sarà misurato anche a voi». E: «Date e è vi dato» - e di seguito un'altro paio di citazioni azzeccate.

L’accompagnatore del cardinale, per rassicurarlo, lo trascinò via prendendolo sotto braccio e mormorandogli in tono confidenziale:

- Non è nulla, Eminenza. Stanno solo cercando di interpretare insieme la Scrittura...

Il vangelo a volte è molto esigente. E si cerca di... addolcirlo.

BUONA GIORNATA A TUTTI.

DIO VI BENEDICA.

P. PIERO

 

Il valore di un'anima

 

Un giorno fu chiesto a mons. Pisanu, vescovo di una piccolissima diocesi della Sardegna, se avesse desiderato essere vescovo di una diocesi più grande ed importante. Rispose:

 

- Assolutamente no. Un’anima è una diocesi già abbastanza grande per un vescovo.

 


 

Salvare una sola anima è come salvare il mondo intero.

 

Gesù confidò un giorno ad una santa che per salvare una sola anima sarebbe disposto a soffrire nuovamente la passione e la morte per lei sola.

 


 

"Fratelli miei, se uno di voi si allontana dalla verità e un altro ve lo riconduce, costui sappia che chi riconduce un peccatore dalla sua via di errore, salverà la sua anima dalla morte e coprirà una moltitudine di peccati" (Lettera di Giacomo 5,19-20).

 


 

BUONA GIORNATA A TUTTI.

 

DIO VI BENEDICA.

 

P. Piero

 

 

Lusinga

 

Un giovane predicatore, iniziando il suo sermone a Fontainebleau al cospetto di Luigi XIV e dell'intera corte, esordì così:

 

- Tutti dobbiamo morire!

 

Poi, sogguardando verso il trono del Re Sole aggiunse:

 

- Mmm... quasi tutti...

 

Il re non gradì affatto la lusinga e lo privò dell'incarico.

 

 

 

"Prima di formarti nel grembo materno, ti conoscevo,

 

prima che tu uscissi alla luce, ti avevo consacrato;

 

ti ho stabilito profeta delle nazioni".

 

Risposi: "Ahimè, Signore Dio, ecco io non so parlare,

 

perché sono giovane".

 

Ma il Signore mi disse: "Non dire: Sono giovane,

 

ma Va' da coloro a cui ti manderò

 

e annunzia ciò che io ti ordinerò.

 

Non temerli,

 

perché io sono con te per proteggerti".

 

Oracolo del Signore.

 

Il Signore stese la mano, mi toccò la bocca

 

e il Signore mi disse:

 

"Ecco, ti metto le mie parole sulla bocca.

 

Ecco, oggi ti costituisco

 

sopra i popoli e sopra i regni

 

per sradicare e demolire,

 

per distruggere e abbattere,

 

per edificare e piantare" (Geremia 1,5-10).

  

DONACI SIGNORE ANNUNCIATORI DEL VANGELO CORAGGIOSI E FORTI 

 

CHE NON SI LASCINO CONDIZIONARE DAI POTENTI DI QUESTO MONDO.


 

BUONA GIORNATA A TUTTI.

 

GESU' VI BENEDICA.

 

P. Piero

 

Obbedienza

 

I gesuiti sono famosi per la loro devozione al Papa. Il loro fondatore, sant'Ignazio di Loyola, una volta affermò:

- Se il Papa mi chiedesse di mettermi in mare con una nave senza vela, senza remi e senza timone, io non esiterei ad obbedirgli.

A chi ribatteva che sarebbe stata pura pazzia, rispose:

- E’ vero, ma la saggezza è la qualità richiesta a chi comanda, non a chi obbedisce.


"Gesù disse ai suoi discepoli: "Mio cibo è fare la volontà di colui che mi ha mandato e compiere la sua opera" (Giovanni 4,34).


Insegnaci, Signore, il valore dell'obbedienza cristiana.


BUONA SETTIMANA A TUTTI.

DIO VI BENEDICA.

P. PIERO

 

Copyright©2000 - 2017 A.S.C.I. . design by FreddOnLine